Video gallery

Una Room aperta alle persone con disabilità visiva dove socializzare, e condividere interessi, hobby e tematiche ludiche e formative.
Festa dei soci che hanno raggiunto i 50 anni di isrizione con la sezione di Roma dell’UICI
In occasione della giornata nazionale del cane guida Papa Francesco ha incontrato mercoledì 18 ottobre 2017 i quattrozampe dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus (Uici). La ricorrenza, istituita dal 2006, per informare sul ruolo di questi animali, appositamente educati e addestrati, per aiutare le persone con disabilità visiva. Cani che hanno libero accesso in luoghi ed esercizi pubblici, oltre ai mezzi di trasporto, compresi i luoghi di culto (Legge 37/ 1973 e 60/2006). La delegazione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, composta da 78 cani guida, più rispettivi conduttori non vedenti ed accompagnatori, prende parte all’udienza generale di Papa Francesco in Vaticano. I partecipanti, per celebrare il ruolo dei cani, indossano una maglietta con la scritta “Amici di libertà”.
L’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti -UICI- nasce nel 1920 per volontà di Aurelio Nicolosi, ufficiale dell’esercito che perse la vista durante la Prima Guerra Mondiale. Inizialmente riconosciuto come ente morale e successivamente come ente con personalità giuridica di diritto privato, oggi questa importante istituzione è presente su tutto il territorio nazionale e tutela i diritti dei minorati della vista. Oltre a queste funzioni, l’UICI ed in particolare la sezione provinciale di Roma rappresentano un centro di aggregazione per tutti i soci ed un punto di riferimento per l’organizzazione del servizio di accompagnamento e di tutte le iniziative culturali, sportive, di socializzazione ecc…create su misura per chi ha problemi di vista. Proprio per festeggiare il legame tra i soci “storici” e l’UICI, la Presidenza e il Comitato degli anziani della sezione provinciale di Roma hanno organizzato un pomeriggio di musica e divertimento durante il quale verranno premiati tutti gli iscritti da più di 50 anni e tutte le aziende che nell’ultimo anno si sono impegnate a sostenere l’Organizzazione. Tra gli ospiti più illustri citiamo la Morganti Caffè e Booking.com che hanno dimostrato un’attenzione ed una sensibilità particolare alla questione dell’inserimento delle persone con disabilità nel mondo del lavoro, offrendo a giovani non vedenti ed ipovedenti la possibilità di svolgere dei tirocini in azienda.
unione italiana ciechi e ipovedenti della sezione provinciale di roma, Ci stiamo preparando ad una passeggiata verso la scuola Pestalozzi dell’istituto comprensivo Regina Elena. Lungo il tragitto è stato distribuito ai cittadini il decalogo del cane guida per sensibilizzare ed informare sull’importanza del cane guida per un cieco. Nel cortile della scuola ci accolgono circa 300 bambini della materna e delle elementari insieme ai rapresentati del Miur, del I° municipio e dirigenti scolastici. I bambini leggono alcuni elaborati su i compiti del cane guida e giocano insieme a loro e ai loro padroni.
“Oltre lo sguardo” percorso abilitativo ed educativo attraverso i luoghi dell’arte e della Storia. Questo progetto ideato da alcuni insegnanti dell’Istituto J. Von Neumann, delle sedi carcerarie “Casa Circondariale di Rebibbia sezione femminile e Casa di Reclusione Rebibbia”, è stato realizzato unitamente all’Unione Italiana ciechi e ipovedenti sezione di Roma e all’Associazione di Volontariato Museum ONLUS.
La sezione canto e musica del casc e afibi onlus della banca d’italia ha presentato Il concerto dal titolo “Il pianoforte a più voci” per raccogliere fondi a favore dell’unione ciechi e ipovedenti della sezione provinciale di roma. Al pianoforte il maestro Rocco De Vitto che ha accompagnato le voci di Debora Sebastiani e Francesco Dascanio
Giornata nazionale del Cane Guida 17 ottobre 2016 Passeggiata con i cani guida dei ciechi e non vedenti in Campidoglio al comune di Roma per sostenere l’integrazione e la mobilità

Premio Cuore Digitale 29 30 settembre 2016 
Condividi: