Logo UICI

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

Sezione Provinciale di Roma

Copertina del libro Quel certo cicinin

Quel certo cicinin

di Maria Delfina Tommasini

Lo scorso 15 gennaio, la sezione Provinciale di Roma dell'Unione Italiana dei Ciechi degli Ipovedenti, ha ospitato nei locali di Via Mentana 2b la scrittrice Maria Delfina Tommasini che ha presentato il suo ultimo libro "Quel certo cicinin".
Alla presenza di un nutrito pubblico la nostra socia Veronica Loche ha conversato con l'autrice entrando nell'atmosfera poliziesca del romanzo attraverso il protagonista, il commissario Mascioli.
L'ambientazione in un paesino di provincia, Bagnaia,(Viterbo), una storia coinvolgente e personaggi ben caratterizzati, presentati con una scrittura fresca e pulita sono alcuni dei segreti del successo del libro.
Gli intervenuti hanno potuto ascoltare alcune pagine del romanzo lette dalle nostre socie Rosella Frittelli e Rosanna D'amato e dalla nostra eccezionale volontaria Fioretta Palumbo che spesso mette a disposizione la propria voce per la lettura di audiolibri.

Il professor Guarino è un personaggio di spicco della città di Viterbo: archeologo, docente universitario, membro di prestigiose associazioni, ma soprattutto studioso del popolo etrusco, al quale si sente legato da particolari richiami telepatici e impulsi spirituali. Le sue ricerche, che dovevano rappresentare la scoperta del secolo e l'apice della sua onorata carriera, vengono bruscamente interrotte dalla sua morte durante il Premio Letterario "Città di Viterbo". Accantonata l'iniziale ipotesi di infarto, il commissario Mascioli, sollecitato dalla dottoressa Natalina Connect – ideatrice del premio – e avvertito dalle "premonizioni" del suo pesce rosso, Anemone, decide di indagare sull'accaduto. Districandosi tra storia, leggenda e prove concrete, riuscirà il commissario a svelare il mistero che circonda la morte del professore?

Maria Delfina Tommasini racconta una vicenda ricca di mistero e colpi di scena, inserendola nella suggestiva cornice viterbese, descritta con dovizia di particolari, dalla quale traspare il grande amore per quella che è diventata anche la "sua" città.

Il libro è disponibile all'acquisto sul sito dell'editore: Alter ego edizioni.

L'autrice:

Maria Delfina Tommasini è nata a Roma, dove vive e lavora. Ha partecipato a laboratori di scrittura creativa, ottenendo riconoscimenti in svariati premi letterari. Ha pubblicato racconti in diverse antologie: Q'anto t'amo (Damster Edizioni), Chi ha ucciso Renzi? (Montegrappa Edizioni), Va in scena la commedia umana (L'Erudita), Micol – Racconti della memoria (Laboratorio Gutenberg), Polvere sotto il divano (Perrone Editore), La fattoria dei casi umani (L'Erudita). Ha pubblicato inoltre un romanzo scritto a più mani, Pazzo thriller (Edizioni Cento Autori). Quel certo cicinin è il suo primo romanzo per Alter Ego Edizioni.

 

 

Centro di Promozione Tiflotecnica
Dona il 5 per mille all'U.I.C.I. di Roma
cinque per mille
Codice Fiscale: 80209970583