Logo UICI

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

Sezione Provinciale di Roma

 

Comunicati del 7 aprile 2015

 

1° Comunicato: Assemblea ordinaria 2015

Ai Soci

Della Sezione Provinciale di Roma Dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

Roma 24/03/2015

Prot. 281/15/4A/mdc

Oggetto: convocazione Assemblea Ordinaria 2015.

Domenica 19 aprile 2015 alle ore 08:00 in prima convocazione e alle ore 09:00 in seconda convocazione, nella sala Convegni 1 dell'Ospizio Salesiano Sacro Cuore, Via Marsala 42, avrà luogo l'Assemblea Ordinaria dell'anno 2015 della Sezione Provinciale di Roma dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, con il seguente Ordine del Giorno:

Elezione del Presidente dell'Assemblea;
elezione del Vice Presidente dell'Assemblea;
elezione di numero tre questori di sala;
elezione di numero cinque scrutinatori;
lettura e approvazione della relazione sulle attività svolte nell'anno 2014;
lettura e approvazione del conto consuntivo anno 2014;
proposta di variazione al bilancio di previsione anno 2015: deliberazione;
lettura e approvazione della relazione programmatica anno 2016;
lettura e approvazione del bilancio di previsione anno 2016;
presentazione per iscritto delle candidature e relative accettazioni per l'elezione di:
nove componenti il Consiglio della Sezione Provinciale;
due componenti il Consiglio Regionale;
tre delegati al XXIII Congresso Nazionale;
interventi dei candidati alle elezioni;
elezioni a scrutinio segreto;
proclamazione degli eletti;
varie ed eventuali.

L'eventuale presentazione di liste di candidati alle tre elezioni potranno essere depositate in Sezione, per essere sottoscritte in orario d'ufficio alla presenza di uno dei dipendenti: Marco Dal Carobbo, Loredana Di Federico, Anna Maria Giovannenze e Laura Sinibaldi. Il termine ultimo di presentazione delle liste è stabilito per il giorno 8 aprile 2015 entro le ore 12:00. Le votazioni a scrutinio segreto avranno probabilmente inizio intorno alle ore 13:00 e termine intorno alle ore 18:00 (salvo diversa disposizione del Presidente dell'Assemblea). Hanno diritto al voto soltanto i soci effettivi e i soci tutori, che abbiano provveduto al pagamento della quota associativa 2015 prima dell'inizio dei lavori assembleari. Chi abbia effettuato il rinnovo a mezzo C/C postale e non sia in possesso del bollino 2015 dovrà esibire la relativa ricevuta di versamento (ricordiamo che l'importo della quota sociale per l'anno corrente è di € 49,58). Sono unite alla presente una sintesi della relazione dell'anno 2014, una sintesi del bilancio consuntivo dello stesso anno, una sintesi della relazione programmatica anno 2016 ed una sintesi del bilancio preventivo dello stesso anno. Chi volesse esaminare i documenti integrali può farlo recandosi presso gli uffici della Sezione o consultando il sito www.uicroma.it . Per favorire la partecipazione dei Soci ai lavori assembleari la Sezione offrirà l'opportunità di pranzare presso un locale nei pressi della sala dei lavori, previo il pagamento, da parte del Socio e dell'eventuale accompagnatore, di un contributo di € 15,00 a persona. Per usufruire di questa opportunità i Soci interessati dovranno prenotarsi in Sezione (rivolgendosi alle sig.re Anna Giovannenze e Laura Sinibaldi) entro l'8 aprile. Nell'attesa di incontrarvi personalmente, vogliate gradire vive cordialità e permettetemi di ricordarvi la necessità di donare il 5 per mille alla Sezione firmando sotto l'apposito spazio del modello 730 Unico o del CUD e riportando il codice fiscale dell'U.I.C.I. 80.20.99.70.583.

Il Presidente Provinciale

(Giuliano Frittelli)

SITUAZIONE AMMINISTRATIVA AL 31/12/2014

1 - CONTO DI CASSA

Fondo di cassa esistente all'inizio dell'esercizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . € 31.058,27

Ammontare delle somme riscosse:

- in c/competenza . . . . . . . . .€ 537.113,02

- in c/residui attivi . . . . . . . . .€ 158.828,97 . . . . . . . . . . . . . . . . . € 695.941,99

TOTALE . . . . . . . . . . . . . . . . € 727.000,26

Ammontare dei pagamenti eseguiti:

- in c/competenza . . . . . . . . .€ 606.386,94

- in c/residui passivi . . . . . . . . .€ 63.675,21 . . . . . . . . . . . . . . . . . € 670.062,15

CONSISTENZA DI CASSA AL 31/12/2014. . . . . . . . . . . . . . . € 56.938,11

2 - AVANZO DELLA GESTIONE DI COMPETENZA

- Entrate correnti accertate nell'esercizio (comprese contabilità speciali) . . . . . . .€ 607.024,14

- Entrate in conto capitale accertate nell'esercizio . . . . . € 20.000,00

TOTALE ENTRATE. . . . . . . . . . . . . . . . . € 627.024,14

- Spese correnti impegnate nell'esercizio (comprese contabilità speciali) ….. € 657.846,95

- Spese in conto capitale impegnate nell'esercizio . . . . . € 0,00

TOTALE USCITE. . . . . . . . . . . . . . . . . € 657.846,95

AVANZO DI COMPETENZA AL31/12/2014. . . . . . . . . . . . . . . . . € -30.822,81

3 - AVANZO COMPLESSIVO AL 31/12/2014

- Residui attivi degli anni precedenti . . € 13.720,00

- Residui attivi al 31/12/2014 .. € 89.911,12 € 103.631,12

- Residui passivi degli anni precedenti … € 34.154,70

- Residui passivi al 31/12/2014 …. .. € 51.460,01 € 85.614,71

DIFFERENZA NEI RESIDUI . . . . . . . . . . . . . . . . € 18.016,41

FONDO CASSA AL31/12/2014. . . . . . . . . . . . . . . . . € 56.938,11

AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AL31/12/2014. . . . . . . . . . . . . . . . . € 74.954,52

AVANZO GESTIONE SPECIALE AL 31/12/2014 ……………………. € 21.459,63

RELAZIONE SULL'ATTIVITA' SVOLTA NELL'ANNO 2014

Care amiche, cari amici, è con grande piacere che ci apprestiamo all'odierna assemblea. Oggi si darà fine alla consiliatura e avrà inizio il percorso di rinnovo di tutti gli organi associativi. Una consiliatura sicuramente difficile, in un contesto politico, sociale ed economico travagliato e complesso che ha visto tuttavia i dirigenti sezionali determinati al perseguimento della piena tutela dei soci. Oggi percorreremo insieme, in via sintetica, per ovvi motivi di brevità, soltanto alcuni eventi ed attività che hanno caratterizzato l'arco temporale in cui la nostra associazione si è trovata ad operare. Un'attività svolta spesso con tempi d'intervento assai ristretti che, insieme ai rappresentanti zonali, ai componenti dei diversi comitati ed ai nostri amici volontari dell'U.N.I.Vo.C. e del Servizio Civile, abbiamo realizzato con impegno e dedizione giorno dopo giorno. L'incessante campagna mediatica contro le false invalidità ha creato un clima ostile, penalizzando fortemente i veri disabili. Sul fronte rapporti con la Regione Lazio, dobbiamo riferire che il lavoro svolto dalla Presidente Regionale, prof.ssa Annita Ventura, nostra socia e forza trainante del Consiglio Regionale, è stato notevole sia per obiettivi perseguiti, che per mole e intensità. Il Centro Regionale S. Alessio Margherita di Savoia per i Ciechi rappresenta da sempre un punto nevralgico della nostra politica associativa. Grazie all'impegno del Consiglio Regionale, dopo anni di commissariamento, si è giunti alla nomina di un nuovo Presidente, nella persona del dott. Amedeo Piva. La nostra Sezione si è sempre schierata in difesa del patrimonio immobiliare del Centro. Consistenti sono stati i nostri interventi in favore delle famiglie, orientati alla fornitura di servizi al plurihandicap, alla didattica domiciliare e, a più ampio raggio, alla tutela dei diritti dei loro figli. Eccoci giunti infine all'ambito provinciale. Come ben sapete, la riforma delle provincie e l'avvento delle aree metropolitane ha lasciato un vuoto politico e una staticità che ha avuto pesanti ripercussioni amministrative. Più volte siamo stati costretti ad intervenire insieme ai genitori per ripristinare l'assistenza specialistica. Per quanto riguarda la nostra città, Una delle attività che ci ha visto maggiormente coinvolti è stato l'intervento relativo al trasporto disabili, in particolare alla delibera n. 37/2013 di Roma Capitale che obbligava tutti i fruitori del servizio a migrare sul trasporto collettivo. La sperimentazione ha provocato una lunga serie di problematiche di cui siamo tutti a conoscenza e che abbiamo potuto risolvere solamente grazie ad un'infaticabile attività politica e di approfondimento, che ha portato all'approvazione della nuova delibera n. 307/2014 che sancisce l'autonomia di scelta, ribadendo la centralità dell'utente rispetto alla definizione dei servizi. L'aggiornamento del protocollo sottoscritto da Roma Capitale e dalle associazioni dei disabili, ha permesso l'entrata in servizio dei nuovi autobus con indicatori vocalizzati di linea e di fermata, con display laterale visibile e contrastato per gli ipovedenti. Importante è anche stato il mantenimento dell'agevolazione sulla tessera ATAC, indipendentemente dalla fascia ISEE di appartenenza. Ancora una volta, la nota dolente riguarda il V Dipartimento per le Politiche Sociali che, non ha adeguato i costi della nostra convenzione sul servizio di accompagnamento dopo 15 anni. Venendo all'ambito sezionale, un risultato che ci riempie di soddisfazione, è stata la realizzazione del Centro di Promozione Tiflotecnica di Roma, diretto e gestito dal prof. Marcello Iometti, nominato dal Consiglio Sezionale Presidente Emerito per il suo assiduo ed instancabile servizio prestato alla Sezione e ai nostri soci. La Sezione ha offerto chiarimenti e fornito servizi estremamente variegati: il segretariato sociale, la predisposizione di corsi di vitale importanza quali la disostruzione pediatrica, l'utilizzo del defibrillatore, il primo soccorso, l'orientamento e la mobilità, fino a quelli squisitamente orientati alla soddisfazione di particolari interessi come quelli per la panificazione e la pizza, oppure per sommelier, per non citare il braille. Non possiamo assolutamente non citare gli insegnamenti d'informatica di base (e avanzati), comprendendo i tablet e gli smartphone e le diverse collaborazioni instaurate con l'Università di Roma Tre. Notevole è stata anche l'attività svolta dal libro parlato sezionale e della stamperia Braille. Numerosi sono stati gli eventi organizzati dalla Sezione, tra i quali ricordiamo: il convegno per l'apprendimento delle manovre di disostruzione pediatrica e per adulti svoltosi presso la sala protomoteca del Campidoglio, le varie iniziative di protesta e di confronto sul nuovo ISEE, la campagna di sensibilizzazione nei riguardi della Prefettura in difesa dei contributi associativi, le visite oculistiche offerte in collaborazione con l'Agenzia della Prevenzione della Cecità, e in occasione della giornata del cane guida l'incontro con la presidente della camera on. Laura Boldrini. Naturalmente abbiamo fatto tutto il possibile per la nostra eccellenza, ossia per il servizio di accompagnamento. Nonostante la diminuzione dei volontari del Servizio Civile, siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefigurati. La Sezione ha dato vita ad una nuova modalità gestionale che, pur prevedendo un parziale contributo da parte degli utenti, ha garantito, oltre alla copertura nelle fasce orarie consuete, accompagnamenti sia serali che festivi, consentendo di migliorare la vita sociale dei nostri soci. Altro ambito interessato dalle nostre iniziative è quello riguardante le convenzioni stipulate con il solo desiderio di poter offrire ai nostri associati, e ai loro familiari, dei servizi convenienti tra le quali: l'accordo WIND, e l'Associazione Difesa Consumatori. Emozionante e significativo è stato sicuramente l'incontro nel 2014 con il Santo Padre Papa Francesco, che ha visto la partecipazione di circa novecento socie familiari. Veniamo ora alle attività dei comitati e dei gruppi di lavoro. La Sezione si è adoperata per la realizzazione, insieme alla sede centrale e al sindacato UILPA, di un convegno nel quale sono stati affrontati numerosi aspetti attinenti la tematica lavorativa. Purtroppo, dobbiamo ribadire ciò che da anni sappiamo, ovvero che l'inserimento nel mondo del lavoro dei centralinisti sta divenendo sempre più lento, e difficile. La Sezione ha organizzato incontri con i giovani per apprendere quali siano le tecniche per la redazione di un curriculum completo ed accattivante, per poter affrontare un colloquio di lavoro, per gestire l'emotività, sperimentando nuove prospettive occupazionali. Il Comitato per la terza età Adriana Blanchi Ceretta, nome scaturito dalla donatrice di un lascito destinato all'assistenza agli anziani, ha proseguito ad assicurare, nei limiti delle risorse economiche ed umane a disposizione, interventi generici, passeggiate, letture e accompagnamenti. Importante è stata l'organizzazione di incontri utili a far conoscere gli ausili tiflotecnici. Il Comitato informazione e turismo ha stimolato l'attività culturale della Sezione con vari spettacoli teatrali, cinematografici e visite ai musei, soggiorni estivi in montagna e al mare. Il Comitato per la mobilità ha partecipato a numerosi confronti con l'ATAC e con l'assessorato manifestando le problematiche che via via sono emerse. Numerosi solleciti e note sono stati inviati per l'installazione dei dispositivi semaforici acustici per garantire la sicurezza degli attraversamenti pedonali. Il Comitato Genitori, ha lavorato per sviluppare varie attività di supporto a tutte quelle famiglie che vivono il loro dramma in solitudine. Il Comitato è intervenuto insieme ai dirigenti sezionali, sia in ambito provinciale, che regionale, per la difesa del diritto allo studio e del plurihandicap. Il Comitato Ipovisione ha proseguito l'attività di laboratorio fotografico e d'informazione sui nuovi ausili. Il Comitato Giovani ha realizzato corsi sul trucco, escursioni, attività di socializzazione e uno sportello informativo sulle università. Il Comitato per le pari opportunità ha organizzato alcuni seminari esperienziali, molto graditi dai soci. Ringraziamo inoltre i responsabili delle sedi delle Rappresentanze di Tivoli, dei Castelli Romani, di Colleferro, di Subiaco, di Anzio, di Grottaferrata, centri di intensa operosità, dove hanno trovato studio e realizzazione molte iniziative. Una nota di riconoscenza deve essere riservata, infine, a tutti i coordinatori dei vari comitati, e a quei soci volenterosi che hanno dedicato tempo e lavoro nella cura di particolari settori. A tutti voi presenti in sala, grazie ancora una volta. Il Presidente Giuliano Frittelli, anche a nome del Vice Presidente Marcello Iometti, del Consigliere Delegato Alessandro Baldi e dei Consiglieri: Livio Corda, Alessandro De Felici, Antonietta Fancello, Marisa Milioni, Ada Nardin, Roberto Remoli, Elisa Valeri, Eliana Vergine.

Per il Consiglio Direttivo

Il Presidente

Giuliano Frittelli

SINTESI DEL BILANCIO PREVENTIVO ANNO 2016

ENTRATE:

TITOLO I - (ENTRATE CORRENTI) 583.170,00

TITOLO II - (ENTRATE IN CONTO CAPITALE) 20.000,00

TITOLO III - (CONTABILITA' SPECIALI) 0,00

========

TOTALE 603.170,00

USCITE:

TITOLO I - (SPESE CORRENTI) 579.170,00

TITOLO II - (SPESE IN CONTO CAPITALE) 24.000,00

TITOLO III - (CONTABILITA' SPECIALI) 0,00

=========

TOTALE 603.170,00

ELENCO DEI CAPITOLI PIU' SIGNIFICATIVI DELLE ENTRATE

Cap. 02/ (prestazione di servizi) 20.000,00

Cap. 05/1 (quote sociali) 74.370,00

Cap. 05/3 (soci sostenitori) 8.000,00

Cap. 07/ (contributi per servizio di accompagnamento) 270.000,00

Cap. 10/1 (contributi dalla legge regionale 58/90) 27.000,00

Cap. 11/ (contributi da enti pubblici) 35.000,00

Cap. 12/ (contributi di privati) 5.000,00

Cap. 15/ (fitti di immobili) 24.000,00

Cap. 16/ (interessi su titoli a reddito fisso) 18.000,00

Cap. 20/1 (proventi da iniziative raccolta fondi: lotterie) 19.000,00

Cap. 22/ (recuperi e rimborsi) 40.000,00

ELENCO DEI CAPITOLI PIU' SIGNIFICATIVI DELLE USCITE

Cap. 01/ (assemblea) 3.500,00

Cap. 04/ (ed altri collegati inerenti il personale) 147.000,00

Cap. 11/ (consulenze e collaborazioni varie) 7.000,00

Cap. 15/ (e collegati inerenti il funzionamento sede) 50.000,00

Cap. 25/ (servizio di accompagnamento) 200.000,00

Cap. 30/1 (spese per i periodici della Sezione) 8.000,00

Cap. 31/ (spese di assistenza diretta: generica) 1.000,00

Cap. 32/ (attività promosse dai comitati/gruppi sportivi) 56.600,00

Cap. 34/ (quote sociali alla Sede Centrale e Cons. Regionale) 27.885,00

Cap. 36/ (spese per le Rappresentanze U.I.C.) 25.000,00

MOVIMENTAZIONI DI BILANCIO PER CONTO TERZI (PARTITE DI GIRO)

ENTRATE: 93.000,00 USCITE: 93.000,00

RELAZIONE PROGRAMMATICA ANNO 2016

Care amiche e cari amici, siamo ancora una volta lieti di tornare a parlare insieme a voi delle linee programmatiche che crediamo di poter realizzare il prossimo anno. Sarà in fine il prossimo consiglio che dovrà farsi carico delle attività, ed eventualmente cambiarle, o proporne di nuove. Nei prossimi mesi dovremmo operare in un'ottica propositiva attenendoci tuttavia scrupolosamente alla fredda valutazione delle energie di cui concretamente disponiamo, ovvero avendo ben presente quali siano le difficoltà oggettive in cui versa la nostra società al giorno d'oggi. D'altro canto, è certo che lavoreremo per migliorare costantemente il nostro modello organizzativo per far fronte alle diversificate necessità che le persone non vedenti e ipovedenti si trovano ad affrontare, accogliendo le istanze giunte dai nostri soci. La nostra linea direttrice sarà tracciata nel segno della continuità delle iniziative intraprese, con tenacia e convinzione, sempre pronti ad introdurne di nuove. In un clima collaborativo, dove desideriamo ringraziare tutto quel nutrito gruppo di persone che, a vario titolo e con differenziate modalità relazionali, dedicano tempo, competenze e passione ai nostri intenti. I dipendenti della Sezione, i volontari U.N.I.Vo.C, i ragazzi del Servizio Civile , e i numerosi soci, che tutti insieme permettono lo svolgimento delle nostre attività. Andiamo ora ad esporre le nostre linee guida in forma sintetica ma ci auguriamo chiara e puntuale.

Per quanto riguarda i rapporti con gli enti del territorio, programmiamo di:

- migliorare il rapporto proficuo e di collaborazione con la giunta regionale, con nuovi progetti e iniziative;

- intervenire nell'ambito metropolitano presso i vari assessorati, affinché i servizi vengano garantiti;

- rafforzare i rapporti con la Giunta Capitolina per migliorare i servizi esistenti nella nostra città, e correggere alcuni aspetti ancora critici relativi al trasporto per disabili;

- perseguire con il Comune il concreto abbattimento o riduzione delle barriere architettoniche e sensoriali;

- perseguire l'assistenza domiciliare e scolastica;

- Incrementare gli interventi nei confronti degli anziani non vedenti che vivono da soli;

- Sollecitare il V Dipartimento ad aggiornare la convenzione sottoscritta con il Comune per il Servizio di Accompagnamento, con valori economici fermi all'anno 2000;

- intervenire e vigilare affinché le metropolitane di Roma siano dotate di sistemi di sicurezza e di percorsi tattili a terra, le indicazioni siano ben visibili, aventi un'altezza adeguata ed un corretto contrasto di colori, per consentirne la migliore intellegibilità possibile da parte degli ipovedenti, e che tanto i treni, quanto i mezzi di superficie, siano efficacemente vocalizzati sulle indicazioni di fermata e di linea;

- Richiedere con forza l'installazione di un numero adeguato di semafori sonori;

- insistere con il Comune di Roma, per permettere a tutti i non vedenti e gli ipovedenti di recarsi in municipio e di svolgere in autonomia le pratiche amministrative necessarie;

- incontrare e sensibilizzare l'AMA sulle difficoltà oggettive dei disabili non auto sufficienti nella raccolta differenziata porta a porta;

- Insieme con il Consiglio Regionale, dovremo vigilare, e intervenire sulla Regione Lazio, affinché la Legge di trasformazione delle IPAB, tenga conto della peculiarità, competenza, e della storia del Centro S. Alessio Margherita di Savoia per i ciechi, garantendone il patrimonio e i servizi;

- collaborare con la Presidenza Nazionale U.I.C.I., per attualizzare la L. 113/1985 e le altre norme lavorative;

Stimolare gli uffici competenti ad utilizzare anche i non vedenti ed ipovedenti qualificati all'avviamento al lavoro, per mezzo di collocamenti mirati o convenzioni ai sensi della legge n. 68/1999, tramite la graduatoria specifica prevista;

- vigilare sulla presenza di centralini scoperti da porre all'attenzione degli organi competenti, laddove però risulterà essenziale la collaborazione di tutti gli occupati nel segnalarli a noi;

- individuare, per quanto possibile, nuove figure professionali da poter suggerire, affinché possano essere intensificati i contatti con i datori di lavoro, favorendo la riqualificazione di lavoratori idonei in possesso di specifiche competenze;

- creare nuovi accordi con associazioni, società, enti, che favoriscano i non vedenti, ipovedenti e le loro famiglie nella vita quotidiana;

- aumentare il numero dei volontari U.N.I.Vo.C.;

- standardizzare il principio che il cinema sia accessibile a tutti, inclusi i disabili visivi;

- favorire tutte le attività di autofinanziamento utili a trovare risorse da destinare per i servizi dei soci;

Per quanto riguarda l'organizzazione, si ritiene necessario:

- migliorare la presenza dell'Unione, rendendola più forte e significativa nelle località della provincia;

- potenziare il servizio di comunicazione telefonica e di accoglienza dei soci;

- proseguire nella pubblicazione dei periodici Audiogazzettino e Ponentino con i relativi supplementi braille;

- migliorare l'utilizzo della segreteria fonomatica;

- affinare l'utilizzazione dei social network e dei nuovi strumenti di comunicazione;

In merito alla promozione sociale e culturale, crediamo sia necessario:

- accrescere e soddisfare le necessità di tipo culturale attraverso la visione di rappresentazioni teatrali, cinematografiche, visite ai musei, partecipazioni a concerti;

- proseguire, nei limiti delle disponibilità finanziarie, nell'ampliamento del servizio di assistenza generica a domicilio in favore degli anziani;

- incrementare l'inclusione sociale e associative dei non vedenti romani, con iniziative di formazione e aggiornamento, con particolare riferimento agli ausili atti a migliorare la loro autonomia, con il fondamentale supporto del nostro Centro di Promozione Tiflotecnica;

- ottimizzare l'azione degli sportelli informativi presenti nei vari settori con l'obiettivo di sostenere concretamente i familiari dei nostri soci;

- esaminare e realizzare forme di sostegno psicologico nei confronti di persone divenute non vedenti e dei loro congiunti, con particolare attenzione alle pluriminorazioni.

Abbiamo così espresso, senza entrare specificamente nei dettagli realizzativi, un resoconto sintetico delle attività a cui, a nostro avviso, con l'aiuto e la partecipazione di tutti voi, potremo dare concretezza nei prossimi mesi.

Concludiamo questa sintetica relazione indicando il codice fiscale per il 5 Per Mille 80.20.99.70.583 e ricordando a tutti alcuni numeri della fonomatica 06.49.40.545 – 06.49.3835.78, l'indirizzo del sito www.uicroma.it , invitando tutti ad iscriversi alla newsletter "uicroma informa", in quanto sono i metodi più rapidi ed efficaci per essere informati sulle iniziative associative.

A nome dei componenti del Consiglio: Alessandro Baldi, Livio Corda, Alessandro De Felici, Antonietta Fancello, Marcello Iometti, Marisa Milioni, Ada Nardin, Roberto Remoli, Elisa Valeri e Eliana Vergine.

 

 

Centro di Promozione Tiflotecnica
Dona il 5 per mille all'U.I.C.I. di Roma
cinque per mille
Codice Fiscale: 80209970583