Logo UICI

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

Sezione Provinciale di Roma

 

Comunicati del 25 settembre 2015

 

1 comunicato: Corso di ginnastica dolce

2. comunicato: comunicato n. 164 Accessibilità sui servizi della P.A

3. comunicato: Cani Guida…parliamone - Bologna 10/11 ottobre

4. comunicato: Convegno "leggere come si pụ"

1 COMUNICATO: CORSO DI GINNASTICA DOLCE

Anche quest'anno, la Polisportiva Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Roma, propone la consueta attività di GINNASTICA DOLCE. Il corso si svolgerà nei giorni di lunedi e giovedi dalle ore 16,45 alle ore 17,45 presso la palestra dell'Istituto Galileo Galilei in Via Conte Verde 51, vicinissimo alla fermata Metro Manzoni della Linea A.

Per informazioni contattare Marco Guardati ai seguenti recapiti: 06 50 07 24 18 (anche segreteria telefonica) - cellulare 347 147 90 91 (qualsiasi orario) -.

2. COMUNICATO

COMUNICATO N. 164

OGGETTO: Accessibilita' dei Servizi nella Pubblica Amministrazione – riferimenti normativi.

Si ritiene utile riepilogare qui le principali norme di riferimento sugli obiettivi di accessibilita' che le Amministrazioni Pubbliche devono perseguire e rispettare per facilitare l'attivita' lavorativa dei propri dipendenti con disabilita', al fine di offrire una maggior tutela ai nostri lavoratori non vedenti e ipovedenti.

La redazione di questo documento si e' resa possibile grazie al lavoro svolto dai nostri rappresentanti che partecipano con assiduita' ai tavoli tecnici presso il Ministero del Lavoro e presso l'AGID (Agenzia per l'Italia Digitale).

Le sottostanti indicazioni normative desiderano richiamare i principali elementi di riferimento ai quali devono attenersi i datori di lavoro pubblici e privati, al fine di mettere a disposizione dei lavoratori con disabilita' la strumentazione hardware e software e la tecnologia assistiva adeguata alla specifica disabilita', anche nei casi di telelavoro, in relazione alle mansioni effettivamente svolte, nel rispetto della normativa vigente.

L'articolo 1 della legge n. 4 del 9 gennaio 2004, "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici", si basa sul principio costituzionale di uguaglianza e afferma che "la Repubblica riconosce e tutela il diritto di ogni persona ad accedere a tutte le fonti di informazione e ai relativi servizi, ivi compresi quelli che si articolano attraverso gli strumenti informatici e telematici.

E' tutelato e garantito, in particolare, il diritto di accesso ai servizi informatici e telematici della pubblica amministrazione e ai servizi di pubblica utilita' da parte delle persone disabili, in ottemperanza al principio di uguaglianza ai sensi dell'articolo 3 della Costituzione".

La legge 4/2004, art. 2, comma a, definisce "l'accessibilita', come la capacita' dei sistemi informatici, nelle forme e nei limiti consentiti dalle conoscenze tecnologiche, di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che, a causa di disabilita', utilizzano tecnologie assistive o configurazioni particolari".

Inoltre la legge 4/2004, art. 2, comma b, definisce le tecnologie assistive come "gli strumenti e le soluzioni tecniche, hardware e software, che permettono alla persona disabile, superando o riducendo le condizioni di svantaggio, di accedere alle informazioni e ai servizi erogati dai sistemi informatici".

Il decreto legge n. 179 del 18 ottobre 2012, "Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese", convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, introduce, nella sezione II "Amministrazione digitale e dati di tipo aperto", all'art. 9 "Documenti informatici, dati di tipo aperto e inclusione digitale", comma 4, alcune modificazioni della legge 4/2004, in relazione ai seguenti articoli della stessa:

- all'articolo 3, comma 1, si estende l'obbligo di garantire l'accesso delle persone con disabilita' agli strumenti informatici, gia' previsto per le Pubbliche Amministrazioni, a tutti i soggetti che usufruiscono di contributi pubblici o agevolazioni per l'erogazione dei propri servizi tramite sistemi informativi o internet;

- all'articolo 4, comma 4, si demanda all'Agenzia per l'Italia Digitale il compito di stabilire le specifiche tecniche delle postazioni, nel rispetto della normativa internazionale, con riguardo all'obbligo dei datori di lavoro pubblici e privati di porre a disposizione del dipendente con disabilita' la strumentazione hardware e software e la tecnologia assistiva adeguata alla specifica disabilita', anche in caso di telelavoro, in relazione alle mansioni effettivamente svolte;

- l'articolo 4, comma 5, e' sostituito con

"I datori di lavoro pubblici provvedono all'attuazione del comma 4 nell'ambito delle specifiche dotazioni di bilancio destinate alla realizzazione e allo sviluppo del sistema informatico".

Il citato decreto n. 179 apporta anche, all'art. 9, comma 6, alcune modificazioni al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, "Codice dell'amministrazione digitale" con riferimento all'articolo 23-ter riguardante i documenti amministrativi informatici e dispone che i documenti di cui al presente articolo devono essere fruibili, indipendentemente dalle condizioni di disabilita' personale, applicando i criteri di accessibilita' definiti nei requisiti tecnici di cui all'art. 11 della legge 4/2004.

Inoltre, lo stesso decreto n. 179, all'art. 9, comma 7, introduce a carico delle Pubbliche Amministrazioni l'obbligo di pubblicare sul proprio sito Web, entro il 31 marzo di ogni anno, gli obiettivi di accessibilita' per l'anno corrente che l'amministrazione stessa si prefigge di raggiungere e lo stato di attuazione del piano per l'utilizzo del telelavoro.

Infine il decreto n. 179, all'art. 9, comma 8, prevede che gli interessati che rilevino inadempienze in ordine all'accessibilita' dei servizi erogati, ne facciano segnalazione all'Agenzia per l'Italia digitale. Qualora l'Agenzia ritenga la segnalazione fondata sulla base dell'osservanza dei 12 requisiti previsti dal decreto ministeriale del 20 marzo 2013, "Requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilita' degli strumenti informatici", richiedera' all'amministrazione l'adeguamento dei servizi, concedendo un termine temporale non superiore a novanta giorni.

Con riferimento a tali obblighi l'Agenzia per l'Italia Digitale ha predisposto una circolare, la n. 61/2013, nella quale si riassumono le modifiche normative apportate dal decreto legge n. 179, fornendo due allegati, A e B, rispettivamente progettati uno per aiutare le amministrazioni a censire lo stato di accessibilita' attuale dei sistemi informatici (siti Web, documentazione, postazioni di lavoro, intranet, postazioni pubbliche); l'altro per predisporre uno schema di obiettivi da raggiungere per la soluzione dei problemi individuati.

Con tali premesse si possono meglio evidenziare gli elementi utili per un'analisi compiuta, relativa all'adeguamento e adattamento delle postazione di lavoro del dipendente con disabilita', nell'intento di agevolare l'identificazione della strumentazione e delle tecnologie assistive piu' idonee in funzione dello svolgimento delle mansioni assegnate.

3° COMUNICATO:

Bologna, 10 e 11 ottobre 2015, Istituto per ciechi Francesco Cavazza: "cani guida... parliamone!"

La lista di discussione cani-guida, organizza "cani guida... parliamone!!!" Incontro aperto a tutti coloro che amano e vogliono migliorare la situazione dei cani guida e dei loro conduttori in Italia. sono invitate tutte le associazioni che si occupano di disabilita' visiva, le scuole di addestramento, gli addestratori cinofili interessati ai cani guida e i ciechi che sono accompagnati da un cane guida o che lo stanno aspettando.

Dall'aprile 2001 esiste in internet un gruppo di discussione che tratta dell'argomento cani-guida a 360°. Tra i suoi quasi trecento membri non solo ciechi accompagnati da questi fantastici animali, ma anche persone interessate per i piu' svariati motivi a saperne di piu' sui nostri amici a quattro zampe. Quest'anno, in particolare, i membri della lista hanno sollecitato un incontro che avesse al centro tutti i problemi che riguardano i cani guida in Italia.

La delicata congiuntura economica che si riflette anche sulla situazione dei cani guida e dei fruitori italiani, i metodi di addestramento, la difficolta' a creare momenti di confronto tra le varie scuole e gli utenti, la mancanza di elenchi di addestratori riconosciuti, le lunghe liste d'attesa, sono solo alcuni dei temi che ci hanno spinto a tentare di organizzare questo incontro, che speriamo sia il primo di una serie positiva.

Obiettivo finale delle giornate e' quello di creare un documento di sintesi, in cui, evidenziate le criticita' dell'argomento, si avanzano proposte e idee da sottoporre ad associazioni di livello nazionale, che possano essere casse di risonanza, scuole di addestramento e persone impegnate nella politica attiva italiana. Di fatto auspichiamo di iniziare un percorso virtuoso che porti a reali cambiamenti, con la consapevolezza che il cammino sara' lungo e complesso.

Programma dell'evento

Sabato 10 ottobre:

Arrivo e sistemazione dei partecipanti;

ore 13 pranzo;

dopo pranzo pausa per cagnoni e umani

ore 14.30 inizio dei lavori;

ore 18.00 conclusione dei lavori;

al termine dei lavori pausa per cagnoni ed umani

ore 19.30 cena;

Domenica 11 ottobre:

ore 9.00 inizio dei lavori;

ore 12.30 conclusione

pausa per umani e cagnoni

ore 13.30 pranzo

saluti finali con la speranza di rivederci e di proseguire il cammino insieme

Ordine del giorno

Introduzione alle due giornate

presentazione dei partecipanti che vorranno prendere la parola

individuazione dei punti da prendere in esame

proposte concrete

confronto con scuole ed associazioni presenti

elaborazione del documento di sintesi

Come potranno notare i piu' esperti nell'organizzazione di questo genere di incontri, non e' prevista una scansione temporale ben definita, proprio perche' si vuole lasciare a ciascuno lo spazio per potersi esprimere, indipendentemente da ruoli e gerarchie, purche' non si abbia altro scopo che essere costruttivi.

Costi e logistica

L'istituto Cavazza, al centro di Bologna, e' facilmente raggiungibile con gli autobus, dalla stazione linee 30, 32 o 33, dall'aeroporto linea BLQ. Ovviamente sia sul piazzale antistante la stazione, sia all'aeroporto sono facilmente reperibili taxi privati. Per chi volesse venire in auto, il centro storico di Bologna e' zona a traffico limitato e il sabato e la domenica sono previste ulteriori pedonalizzazioni, si consiglia di percorrere i viali di circonvallazione, la porta piu' vicina all'istituto e' Porta Castiglione, non troppo lontano e' possibile trovare alcuni parcheggi a pagamento.

I partecipanti risiederanno nel convitto dell'istituto cavazza stesso, finche' ci saranno posti disponibili, poi saranno individuati alloggi in strutture vicine all'Istituto. Anche i pasti vverrann consumati nella sala mensa dell'istituto Cavazza. L'incontro e' completamente gratuito, ma si prega comunque, anche qualora non si volesse usufruire di vitto e alloggio, di comunicare la propria presenza. Per pasti, pernottamento e organizzazione e' previsto un costo forfettario di 120 euro. Costo di ogni singolo pasto euro 15. Quindi: tre pasti piu' pernottamento 120 euro, due pasti piu' pernottamento 105 euro, un pasto piu' pernottamento 90 euro, solo pernottamento 75 euro. Anche qualora si pensasse di consumare un solo pasto, si prega di comunicarlo, indicando anche a quale dei tre si e' interessati e di versare la cifra stabilita in anticipo, per semplificare il calcolo dei pasti necessari e il pagamento del fornitore.

Le iscrizioni dovranno avvenire entro e non oltre il 30 settembre 2015. L'iscrizione sara' da ritenersi confermata solo all'atto dell'avvenuto bonifico. Sara' necessario inviare una mail a:

skipper2001@gmail.com indicando le seguenti informazioni:

nome e cognome

numero di cellulare

presenza o meno di cane guida

presenza o meno di accompagnatore vedente, se presente indicare nome e cognome.

Particolari esigenze alimentari o allergie.

quota versata e, qualora non fosse di 120 euro, a quali pasti si e' interessati.

Se il bonifico fosse versato da una persona diversa da quella che partecipera' , sara' necessario segnalarlo indicando nome e cognome dell'iscritto effettivo,

I bonifici andranno effettuati sull'iban:

IT12 D030 6946 4821 0000 0011 666

intestato a Irene balbo, presso banca Intesa Sanpaolo filiale di Mondovi' (CN) causale, incontro cani guida ottobre

per contatto telefonico: 339 80 73 172 dal lunedi' al venerdi' dalle ore 17.00 alle 18.00, sabato tutto il giorno.

Vi aspettiamo numerosi con i vostri quadrupedi!"

4 COMUNICATO

L'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS In collaborazione con

Il Centro Nazionale del Libro Parlato

la Biblioteca Italiana per Ciechi "Regina Margherita"

la Fondazione LIA Libri Italiani Accessibili

con il patrocinio di Regione Lazio; Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; RadioRadio

ha il piacere di invitare la S.V.

al Convegno "Leggere: come si pụ?"

che si terrà a Roma il 1° ottobre 2015

alle ore 9.30 presso la Biblioteca dell'Istituto Centrale per il Restauro

e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario

Via Milano 76

Programma

9.30 Apertura dei lavori

Luisa Bartolucci

Direzione Nazionale Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS

Ilario Di Giovambattista

Direttore Editoriale RadioRadio

9.35 Saluto di Marina Bicchieri

Direttore del Laboratorio di Chimica dell'ICRCPAL

9.45 Saluto di Mario Barbuto

Presidente Nazionale Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS

9.50 Pietro Piscitelli

Presidente Biblioteca Italiana per Ciechi "Regina Margherita"

9.55 Cristina Mussinelli

Segretario Generale Fondazione LIA

10.00 Mario Tozzi

Scrittore, geologo e Primo Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche

10.30 Salvatore Romano

Direzione Nazionale Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS

Modalità e criticità nell'accesso alla lettura di ciechi e ipovedenti

10.55 Giacomo Elmi

Capo Servizio Centro Nazionale del Libro Parlato

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS

Centro Nazionale del Libro Parlato: la pagina si fa voce

11.10 Susanna Marcellini

Giornalista e scrittrice

Roberto Pruzzo

Opinionista

Sandro Tovalieri

Allenatore

Presentazione del volume

"Bomber". La storia di un numero nove normale (o quasi)

11.35 Coffee break

11.45 Maria Rita Zaldini

C.d.A. Biblioteca Italiana per Ciechi "Regina Margherita"

La Biblioteca per Ciechi "Regina Margherita": una istituzione al servizio dell'istruzione e della cultura

12.05 Roberto Renga

Giornalista e scrittore

Chiara Bottini

Scrittrice

Stefano Molinari

Attore

Presentazione del volume

"La partita del diavolo"

12.30 Cristina Mussinelli

Segretario Generale Fondazione LIA

Fondazione Lia: lettura accessibile e digitale

12.50 Sara Rattaro

Scrittrice

Presentazione del volume

"Niente è come te"

(Premio Bancarella 2015)

13.20 Premiazione volontari e speaker

13.35 Presentazione percorso guidato al materiale

della collezione dell'ICRCPAL a cura del Laboratorio di Restauro, Direttore Lucilla Nuccetelli

Conclusioni

Al termine: percorso guidato

CONTATTI

lp@uiciechi.it

06.69988360 - 066791758

 

 

 

Centro di Promozione Tiflotecnica
Dona il 5 per mille all'U.I.C.I. di Roma
cinque per mille
Codice Fiscale: 80209970583