Logo UICI

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - ONLUS

Sezione Provinciale di Roma

 

Comunicati del 2 maggio 2017

 

1.       Corso di formazione volontari del servizio civile;

2.       Incontro dipendenti Comune di Roma;

3.       Incontro Arte e Creatività – 6 / 7 maggio;

4.       Soggiorno Estivo Ascea Marina;

5.       Spettacolo audiodescritto  “IL VIAGGIO DI ENEA”;

6.       Assunzione centalinisti non Vedenti;

7.       Circolare Inps del 21/04/2017 n. 74;

COMUNICATO N. 1

Si informano gli utenti del servizio di accompagnamento, che per il mese di Maggio, i volontari del servizio civile saranno impegnati con il consueto corso di formazione, come previsto da progetto, subentreranno a sostegno del servizio i volontari dell’associazione Univoc.

Per ulteriori informazioni e chiarimenti contattare Il Servizio di volontariato ai numeri 06/490595 – 064446178

COMUNICATO N. 2

Si comunica che venerdi 5 maggio alle ore 17 presso i locali di Via Mentana si terrà un incontro con i ciechi e gli ipovedenti dipendenti del comune di Roma.

Un’occasione per confrontare le diverse esperienze e focalizzare le criticità oggi presenti.

Per qualsiasi informazione e per confermare la partecipazione, rivolgersi a Roberto Remoli cell. 328.6197225

COMUNICATO N. 3

Siamo lieti di invitarvi il 6 - 7 Maggio 2017 al Festival dell'Arte e della Creatività  che si svolgerà presso il parco Egeria in via dell'Almone 105, dalle ore 10 fino a alle 23.

La sezione di Roma dell'U.I.C.I sarà presente con uno stand e alcuni scultori,  inoltre nelle giornate di sabato e domenica alcuni nostri soci si esibiranno nelle varie forme di arte: ballo, canto, esibizioni al pianoforte e con strumenti a fiato.

Il Festival è il primo in assoluto a Roma, uno dei pochi in Italia, è organizzato dall'associazione L'Isola dell'Arte in collaborazione con IDA Agency, DareVoce Contest e Isola Camp.  Tutta l'area sarà divisa in 10 settori principali, ognuno dedicato ad una forma d'arte: arti visive, musica, teatro, radio/tv, cinema, scultura, etc... Ogni settore avrà stand con associazioni, negozi, artigiani, operatori del settore, etichette indipendenti e così via. Il Festival dell'Arte unisce artisti e fruitori oltre ad essere un'imperdibile momento di intrattenimento e meraviglia con spettacoli, mostre ed esibizioni ma anche scambi, conferenze, presentazioni, dibattiti. Una grande occasione di incontro per chi fa dell'arte la propria passione di vita. Ci sarà anche un'area dedicata ai bambini per rendere il festival adatto a tutte le età e a tutta la famiglia. Stand enogastronomici e ristorante nell'area ristoro, settore extra per dare spazio anche a creatività cosiddette minori come mercatini e collezionismo, area "creatività" e area "relax" completano la ricchezza espressiva di questo grande evento. Area giochi, area cani recintata oltre che area per appassionati di giochi di società con tavoli per tornei. Il grande palco centrale invece vedrà esplosive esibizioni e grandi raduni di danza e ballo. Roma vede il festival per la prima volta e finalmente potremmo celebrare la creatività della capitale del mondo con una grande a - See more at.

COMUNICATO N. 4

Sogggiorno estivo dal 24/06 al 01/07, ad Ascea Marina presso il villaggio Turistico “Olimpia”. Pensione completa, con servizio al tavolo, servizio spiaggai incluso. Il costo previsto è di E. 70 al giorno. Il volontario è a carico del socio. L’acconto previsto da versare in sezione, è di  euro 100, entro il 20/05;

Il saldo entro venerdi 16/06/2017.

I volontari dell’unione verranno assegnati a rotazione.

Per prenotazioni e ulteriori informazioni contattare la Sig.ra Martinoli Luciana al numero 320/6966150 o all’indirizzo maillucianamartinoli@alice.it.

COMUNICATO N. 5

sPETTACOLO - IL VIAGGIO DI ENEA-

di Olivier Kemeid dall’Eneide di Virgilio
regia Emanuela Giordano

Audiodescrizione a cura di isiviu

domenica 7 maggio ore 17,00  teatro argentina in largo torre argentina.

INGRESSO GRATUITO

Per info e prenotazioni Barbara Marsala: 3336818794,

per accompagni messi a disposizione dalla sezione ad opera di volontari u.ni.voc

Rosanna: 3476479023

durata 90 minuti

con Fausto Russo Alesi
e con Alessio Vassallo, Carlo Ragone, Roberta Caronia, Valentina Minzoni, Giulio Corso
Antoinette Kapinga Mingu, Emmanuel Dabone
il coro Simone Borrelli, Lorenzo Frediani, Giulia Trippetta
scene Francesco Ghisu
costumi Cristina Da Rold
disegno luci  Giuseppe Filipponio
ricerca sonora a cura di Tommaso Di Giulio
aiuto alla regia Tania Ciletti

produzione Teatro di Roma - Teatro Nazionale, Centro d'Arte Contemporanea - Teatro Carcano

IL VIAGGIO DI ENEA è il racconto poetico delle migrazioni. Migrazioni per le guerre, per la fame, per la ricerca del benessere intravisto da lontano. È una storia familiare, quella di Olivier Kemeid, e una riscrittura moderna, ma comunque fedele del classico di Virgilio, in cui l’autore proietta le vicende di suo padre e della sua famiglia, emigrata dall’Egitto al Canada con mille peregrinazioni e molteplici difficoltà alla perenne ricerca di un mondo migliore, attraverso personaggi e luoghi del mito di Enea.

Olivier Kemeid ha riconosciuto nel racconto di Virgilio la storia di suo padre, che è la storia dell’uomo, in fuga dai disastri dell’esistenza. Dal latino, al francese, all’Italiano odierno il mito compie il suo viaggio di ritorno offrendo nuove riflessioni. L’Enea di Virgilio supera le insidie del viaggio grazie alla divina materna benevolenza. L’Enea di Kemeid, che pure si rifà in tutto e per tutto al racconto virgiliano, non ha santi in paradiso ed è per questo più spaventato, più stanco e meno pio. Per una volta, l’esodo biblico che cambierà il volto dell’Europa viene raccontato da chi è costretto a partire, con un ironico capovolgimento dei ruoli in cui i neri sono al posto dei bianchi e viceversa. Non c’è enfasi, non c’è retorica e nemmeno vittimismo. C’è, in primo piano, solo la necessità di sopravvivere. Enea è un giovane uomo che vive un continuo conflitto di coscienza: pensare a se o pensare anche agli altri? Sopravvivere in clandestinità o rischiare per ritrovare dignità e rispetto di se stesso? Il figlio di Enea, Ascanio, divenuto grande, riordina frammenti di ricordi così come gli sono stati raccontati dal padre. Ne ricostruisce il viaggio, i rapporti, gli amori, i dubbi, l’approdo che al momento è solo una speranza.

Quello di Emanuela Giordano è un teatro che si costruisce in scena, con i corpi e le intelligenze vive degli attori. Questo testo è quindi ancora una trama aperta, la traccia di un viaggio che si può compiere solo con attori capaci di mettersi completamente in gioco. La regista inserisce nel testo di Kemeid segni tangibili dell’Eneide di Virgilio, cercando e traducendo con asciuttezza quei versi che con più aderenza si fondono in questa moderna riscrittura. Ogni scena è così cadenzata da evocazioni dell’opera originale, rendendo più evidente il nesso tra il mito e la contemporaneità.

Non analizzare la “correlazione oggettiva” con il presente, non approfondirla, sarebbe un’omissione. Il confronto con il mito diventa così anche strumento per cogliere temi essenziali del vivere contemporaneo, che la Giordano decide di affrontare prima di tutto con gli attori coinvolti nella messa in scena, attori che dovranno fare i conti con loro stessi, senza filtri.

COMUNICATO N. 6

Rinnoviamo l’invito tutti i soci a segnalare eventuali posti disponibili per l'assunzione di centralinisti non vedenti o ipovedenti.

Chi fosse a conoscenza di centralini telefonici di aziende pubbliche o private a cui non sono adibiti centralinisti non vedenti o ipovedenti è pregato di segnalarlo a Roberto Remoli, cel 328.6197225, oppure alla segreteria sezionale.


COMUNICATO N. 7

Si informano i soci, che dopo una insistita e decisa azione di pressione condotta da questa Unione, finalmente è stata pubblicata dall’INPS la circolare n. 74 del 21 aprile 2017 “Prestazioni di invalidità civile, cecità e sordità”. Non computabilità del reddito da casa di abitazione, nella quale l’Istituto comunica che non verrà più preso in considerazione il reddito della casa di abitazione, ai fini della concessione delle prestazioni di invalidità civile, cecità civile e sordità (categoria INVCIV).


 

 

Centro di Promozione Tiflotecnica
Dona il 5 per mille all'U.I.C.I. di Roma
cinque per mille
Codice Fiscale: 80209970583